Skip to content

Preparativi antispreco per le vacanze: da scarti a scorte

24 luglio 2014


Lavagna avanzi

Vacanze in avvicinamento! Se come me state facendo il conto alla rovescia per la partenza, ricordatevi di dare un occhio in dispensa prima di chiudere casa. Che partiate o no, ricordatevi che il caldo estivo non è un grande alleato della conservazione degli alimenti e che c’è qualche semplice accorgimento per non rischiare di buttare via un bel po’ di cose al vostro ritorno.

Veniamo ai consigli pratici:

1) Per prima cosa fate un’indagine nel vostro frigorifero e in dispensa e mettete in evidenza tutti gli alimenti che hanno scadenze vicine o passate. Per fortuna tutti gli alimenti che riportano la dicitura “da consumarsi preferibilmente entro il..” si possono consumare ancora per diversi mesi. Prima di gustarli però verificate che non ci siano muffe, parassiti o altro di strano e indesiderato.

2) Per quanto possibile cercate di sfruttare le ultime settimane in città per smaltire un po’ di scorte come ad esempio farine, prodotti da forno (fette biscottate, biscotti) e tutte le confezioni di prodotti già cominciate.

3) Se avete la macchina per il sottovuoto mettete sottovuoto tutte le farine, la pasta, il riso e gli altri cereali in modo che la vostra dispensa non diventi il set di Bugs Life 2. Il sottovuoto è l’unico “rimedio” veramente efficace per evitare lo sviluppo di parassiti e per la migliore conservazione degli alimenti. Potete mettere sottovuoto qualunque cosa e in questo modo ne allungherete la vita almeno del triplo.

Continua a leggere…

Ciliegie senza sprechi: come usare noccioli e piccioli?

22 luglio 2014

ciliegie 1

Se siete consumatori e amanti delle ciliegie e siete pronti a farvene una scorpacciata finale, provate a usarle al 100%. Delle ciliegie solitamente si scartano noccioli e piccioli, ma entrambi hanno una almeno una buona ragione per essere conservati e usati.

Piccioli

I piccioli delle ciliegie vanno tenuti da parte e fatti seccare all’aria o nell’essiccatore fino a quando perdono l’umidità. Quindi si spezzettano e si conservano in un vasetto a tenuta ermetica. Per farne cosa? Nessun intingolo strano, bensì una tisana depurativa e diuretica. Questa tisana è in vendita anche nelle erboristerie, ma la vostra autoprodotta è decisamente più economica. Ecco come:

Continua a leggere…

Gelato ai baccelli – da Giusy

18 luglio 2014
Gelato Baccelli
Questa ricetta è di Giusy, lettrice di Ecocucina, mamma e grande appassionata di cucina, in particolare di autoproduzione. La trovate anche sulla piattaforma WWF Auchan Insiemecontroglisprechi.it, dove anche voi potete contribuire, pubblicando le vostre ricette antispreco ancora per 2 giorni. Da lunedì 21 cominceremo, infatti, a lavorare al libro che conterrà le migliori ricette pubblicate sulla piattaforma e questo originale gelato ha già un posto prenotato. Il gelato verde può ricordare gusti come pistacchio o kiwi, è in realtà a base di baccelli di piselli per un risultato insolito ma piacevole. Visto che dei piselli freschi buttiamo via fino al 70% vale la pena provare a usarli al 100% come in questa ricetta, perfetta per i mesi più caldi.

Continua a leggere…

Tabulè di okara in lavastoviglie

14 luglio 2014

Taboulè di okara

Questa ricetta mi piace particolarmente perché combina Autoproduzione, riduzione degli Sprechi e cottura a impatto zero in Lavastoviglie.

Autoproduzione – l’ingrediente principale è l’okara un sottoprodotto della produzione domestica del latte di soia. Qui trovate la ricetta per fare in casa il latte di soia e l’okara.

Riduzione degli sprechi – l’okara che solitamente viene scartato in questa ricetta diventa protagonista di un piatto tipico della cucina libanese, il tabulè, perfetto per l’estate. Per conservare l’okara stendetela sulla gratella dell’essiccatore, o in alternativa su una teglia da forno e essiccate a 40-60°C per 4-6 ore. Di tanto in tanto sgranatelo in modo che essicchi uniformemente. Quando avrà perso completamente l’umidità e risulterà secco sgranatelo come il couscous e il bulghur e conservatelo in un contenitore ermetico fino al momento di utilizzarlo (entro 3 mesi circa). Per farlo durare più a lungo congelatelo una volta essiccato.

lisa lavCottura in lavastoviglie – usate la lavastoviglie mentre lavate i piatti sporchi per cuocere, in questo modo risparmierete acqua ed energia ma soprattutto avrete la possibilità di cuocere a bassa temperatura senza dover acquistare strumenti professionali. Per cuocere in lavastoviglie è fondamentale sigillare bene gli alimenti in vasetti di vetro o sacchetti per il sottovuto adatti alla cottura. Perchè dovreste quindi cuocere questo piatto in lavastoviglie invece che con una tecnica tradizionale:

- la sera lavate i piatti sporchi e ne approfittate per cuocere il tabulè per il pranzo o la cena del giorno dopo

- per risparmiare acqua e energia

- perchè la cottura in lavastoviglie non produce odore nè CALORE in cucina (ricordatevene in quei giorni in cui ci sono 30 gradi)

- per preservare meglio il contenuto nutritivo degli alimenti e avere una minore perdita di nutrienti

- perchè è molto divertente e la faccia dei vostri amici quando aprite la lavastoviglie è impagabile

- perchè cotto così questo piatto è speciale e diverso rispetto a una cottura tradizionale

Continua a leggere…

Come usare il Lato B dei legumi freschi? Con una farinata ai baccelli

9 luglio 2014

Farinata di baccelli

Chi frequenta la mia pagina Facebook ne avrà già visto l’anticipazione…ecco la ricetta della farinata di baccelli: buona, semplice ed eco, perfetta per una cena estiva così come per un panino in ufficio.

Baccelli piselli-1La base è una farinata di ceci e crema di baccelli di piselli, sana e nutriente. I baccelli dei piselli rappresentano il 70% del legume fresco e recuperarli è un ottimo modo per ridurre gli sprechi e risparmiare.

Per la crema di baccelli di piselli:

Continua a leggere…

Seguitemi anche qui: magazine, radio e social

2 luglio 2014

lacucinanaturaleluglio

È in edicola il nuovo numero di Cucina Naturale con super piatti estivi e la mia rubrica dedicata alle ecoricette. Questo mese è protagonista della mia rubrica la buccia del peperone che una volta essiccata diventa croccante, gustosa e digeribile. Sbucciate i peperoni da crudi con il pelapatate, usate le falde come preferite e conservate la buccia per preparare colorati petali da servire con gustose tapenade.

Continua a leggere…

Ravioli di batata con fermentino fresco alla menta di Daniela Cicioni

1 luglio 2014

batata

Come vi avevo promesso nel post dedicato alla cena a quattro mani da Alice con Viviana Varese e Daniela Cicioni ho chiesto alla mia chef crudista preferita la ricetta dei ravioli di batata che mi avevano particolarmente colpito. Pronti a provare a farli con le vostre mani?

Potete leggere il racconto di quella bellissima cena anche sul sito di Identità Golose, promotori della serata.

Ecco la ricetta di Daniela Cicioni che è completamente vegetale e crudista. Tra gli ingredienti più particolari vi segnalo:

- fermenti – li trovate in farmacia, comprate quelli in capsule

- la batata (non è un errore di ortografia) –  è chiamata anche patata dolce o patata americana e la trovate anche nei supermercati particolarmente forniti.

Continua a leggere…

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 2.024 follower