Skip to content

Tecniche di cottura

6 gennaio 2010


Passando in rassegna tutte le possibili tecniche di cottura e confrontando:

– consumo di acqua

– consumo di energia elettrica o gas metano

– oli e grassi impiegati per la cottura

possiamo raggruppare le tecniche di cottura in 3 categorie:

Verde Basso impatto ambientale – per la cucina di tutti i giorni, da preferire tutte le volte che è possibile

Giallo Medio Impatto – si tratta per lo più di metodi tradizionali che non comportano un risparmio in termini di risorse  ma che sono comunque accettabili

Rosso Tecniche ad alto impatto – non da abolire ma da ridurre il più possibile soprattutto per l’elevato consumo energetico o per le grandi quantità di scarti prodotti, di cui soprattutto oli esausti.

Ovviamente ogni ricetta richiede una precisa tecnica di cottura e difficilmente si otterrà lo stesso risultato cambiando. Tuttavia per la cucina di tutti i giorni è preferibile privilegiare quelle a più basso impatto anche perchè (e questo non è una novità) spesso sono anche quelle migliori  per la nostra salute.

Io le ho classificate così:

Verde

Pentola a pressione

Pentole con fondo spesso e coperchio a chiusura ermetica

Cottura a vapore

Giallo

Cottura in pentola con acqua

Cottura su fornello con  padella antiaderente/piastra/griglia

Cottura al Microonde (consuma molta energia ma riduce i tempi di cottura in genere di un terzo)

Rosso

Forno (soprattutto elettrico)

Frittura

Griglia elettrica

Barbecue (per le emissioni prodotte durante la combustione)

Per concludere questi appunti sulle tecniche di cottura, qualche consiglio:

– usate il forno sfruttandolo al massimo ovvero per cuocere grandi quantità di cibo. Per scaldare 2 fette di pane meglio una piastra sul fuoco,

– usate il microonde senza esagerare,

– imparate ad usare bene la pentola a pressione perchè in termini ambientali è nettamente la migliore e in più vi fa risparmiare.

Lisca

One Comment leave one →
  1. 7 gennaio 2010 23:25

    Con sollievo scopro di essere abbastanza “eco”. Abbastanza, eh. Le cotture rosse le uso rarissimamente, quelle gialle regolarmente e quelle verdi spesso. La mia preferita è quella al vapore: sana, pulita e piuttosto rapida.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: