Skip to content

Incontro sul biodinamico alle Cascine Orsine

20 marzo 2010

Oggi ho partecipato ad un interessante convegno alle Cascine Orsine, organizzato da Ecor e dalla rivista Valore Alimentare. Non eravamo in tanti tra blogger e giornalisti ma credo che fossimo tutti d’accordo nel perseguire un’alimentazione sana e biologica. Come è stato più volte ribadito oggi, il sostegno all’agricoltura biologica e biodinamica non è da motivare esclusivamente sul piano della salute ma anche su quello della tutela del territorio e dei fragili ecosistemi che lo compongono.  Oltre a questi due aspetti ce n’è poi un terzo:  la qualità del prodotto. Un prodotto coltivato in un terreno sano, privo di pesticidi o fertilizzanti chimici, dà piante più sane, le quali producono frutti di migliore qualità sia dal punto di vista nutrizionale che organolettico.

Dopo aver visitato l’azienda abbiamo assaggiato diversi prodotti dell’azienda preparati dallo chef Nicola Michieletto del Ristorante La Vera Terra a Treviso.

Un menù ricchissimo sotto ogni punto di vista e  dove ogni piatto è stato studiato per valorizzare al meglio i prodotti e il gusto naturale di ortaggi, carni,  erbe,  formaggi.

Molto interessanti anche i consigli forniti dallo chef sulla cottura di riso integrale e prodotti non raffinati. Per il riso ad esempio consiglia la cottura in una pentola del tipo vapor control, con intercapedine satura di vapore: in questo modo la cottura avviene a temperature e condizioni di pressione inferiori a quelle della pentola a pressione e non c’è rischio che il prodotto si attacchi o si bruci.

Non conoscevo questa tecnologia e sono molto curiosa di sperimentarne le “performance ambientali” rispetto a pentola a pressione e tradizionale.

I dolci infine, a base di di ingredienti semplici come riso e latticini sono stati preparati da Gabriele Bozio specializzato in pasticceria salutistica.

Carpaccio in foglie di zucca marinata in maionese (di soia) alle spezie e Formaggio bianco delle Cascine in crudaiola di erbe e pomodorini confit all'olio extravergine in crostone di pane di segale

Domani alle Cascine Orsine c’è Porte Aperte, appuntamento per tutti coloro che sono interessati a visitare l’azienda, assaggiare, informarsi e soprattutto fare la conoscenza della Signora Giulia Maria Crespi fondatrice di Cascine Orsine: 83 anni e concentrato unico di vitalità, intelligenza e fortissimi ideali ambientali e salutistici.

Lisca

One Comment leave one →
  1. 21 marzo 2010 15:31

    Hai proprio ragione. E’ stato davvero speciale incontrare una realtà biodinamica come le Cascine Orsine un attimo prima che si aprissero le porte per la giornata di oggi.
    Il tuo blog è davvero bello.
    Un saluto
    ib

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: