Skip to content

Quanti chilometri fa il vostro cibo?

10 maggio 2010

Su un blog che parla di cucina a impatto zero non si può non riportare i risultati dello studio svolto dall’Istituto tedesco per la Ricerca sull’Economia Ecologica (IOeW). Sono passati quasi due anni dalla pubblicazione da parte di Foodwatch, ma i dati sono ancora attuali così come  le proporzioni tra i diversi tipi di alimentazione.

Sono state confrontate le emissioni di gas serra dovute al cibo consumato da una persona per un anno intero, espresse come equivalenti in chilometri percorsi in auto in un anno.

Il risultato è che :

  • l`AlimentazioneVegan (cioè senza prodotti animali), con alimenti biologici, è equivalente a 281 chilometri mentre con prodotti convenzionali a 629 chilometri;

 

  • l’Alimentazione Vegetariana abbinata all`agricoltura bio equivale a 1978 chilometri, mentre quella convenzionale a 2427 chilometri;

 

  • La dieta onnivora, associata all`agricoltura bio, equivale a 4377 chilometri, a quella convenzionale a 4758 chilometri.

 

Secondo questo studio l`abbinamento vincente dal punto di vista ambientale è la dieta Vegan a base di prodotti biologici che riduce del 94% le emissioni di gas serra rispetto alla dieta onnivora a base di prodotti convenzionali, mentre la scelta biologica da sola è quasi insignificante sul piano dell’ecosostenibilità.

Guardate anche questo breve video.

Lisca

One Comment leave one →
  1. alessandro permalink
    12 maggio 2010 19:31

    Penso che la sensibilità alle priorità vitali quali mangiare ,bere e dormire ci stia da parecchio tempo sfuggendo di mano, politiche governative che prendono tutt’altra direzione e che sprecano soldi e risorse per progetti e convegni inutili e appariscenti.
    Penso a dove c’è progresso , che io chiamo “regresso” in quanto tutto ha un fine dedito al profitto e se questa è la priorità allora non abbiamo capito veramente nulla, ben venga la denuncia e una opposizione costruttiva, che faccia capire che si può vivere in modo più naturale , lo dice la parola stessa , natura da dove veniamo e dove finiremo.
    L’attenzione verso il cibo e la conoscenza di esso è alla base della nostra salute, invecchiare bene dovrebbe essere il primo obiettivo per un’ uomo, non vivere il più a lungo possibile con malattie spesso gravi che vediamo comparire negli ultimi decenni e che la “medicina” delle case farmaceutiche illude alla guarigione intossicando ancora di più sistemi immunitari già deboli da dipendenze varie.
    Mangiare è un rito che compiamo ogni giorno , non è uno sfizio una moda o un capriccio, attenzione alla conoscenza, il sapere ,che oggi giorno è reso più facile con internet, deve renderci liberi dai messaggi convenzionali e offuscatori dei media troppo assetati di arrivare a poveri menti stanche e comprensibilmente demotivate.
    Ale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: