Skip to content

Dolcetti di Bucce di Kiwi

19 luglio 2010
tags: ,

Qualche giorno fa sono stata ospite insieme allo Chef Pier Bussetti e a Carlo Vischi di Gribaudo all’aperitivo letterario che precede i concerti del Festival “10 giorni suonati” al Castello di Vigevano. Un festival che coniuga temi di attualità come la sostenibilità ambientale, musica di moltissimi autori e di diversi generi e infine cibo di altissima qualità, per lo più biologico. Ascoltando i concerti si possono assaggiare:

– delle buonissime birre artigianali tra cui quelle di Clan!Destino, Orso Verde  e Birrificio del Borgo;

– pani realizzati con farine biologiche di varietà autoctone e recuperate dall’oblio da Molino Marino,

– gli avocado, gli agrumi e le confetture (tutto biologico) dell’associazione Siqillyah,

– i panini gourmet realizzati con pane preparato con lievito madre e cotto nel forno a legna e carni biologiche di altissima qualità,

– i formaggi affinati e selezionati da DeGust offerti in un percorso gustativo di grande soddisfazione,

Tutto ciò è davvero insolito per un Festival ed è stato una piacevolissima sorpresa. Il Festival termina il 22 Luglio per cui consiglio un salto per chi ne ha la possibilità.

Assaggiando le birre di Matteo e Luca  (Birrificio Artigianale Clan!Destino) e chiacchierando di cibo ma anche di scarti, Matteo mi ha dato due idee per l’utilizzo della buccia del Kiwi….una nuova frontiera dell’Ecocucina che non avevo mai utilizzato prima. Ho sperimentato le proposte di Matteo ma al momento non mi hanno datto risultati sufficientemente buoni per pubblicarle. Però mi ha dato lo spunto per creare una nuova ricetta semplicissima proprio per usare la buccia del kiwi.

 

Ingredienti

La buccia di 6 kiwi

3 cucchiai di zucchero

Il succo di mezzo limone

Preparazione

Lavate e asciugate bene le bucce dei kiwi (biologici come sempre), irrorateli con il succo di limone quindi passateli in un piatto o in un vassoio dove avrete steso lo zucchero. Zuccherateli bene su entrambi i lati. A questo punto sono pronti per essere essiccati. Potete scegliere tra:

– disporre le bucce su una gratella e lasciarle essiccare al sole (versione super eco! c’è anche chi ha trasformato lo stendino in essiccatore);

– se non avete nè balconi nè terrazzi dove disporre la gratella, utilizzate un essiccatore domestico come il mio che con bassi comsumi essicca un grande quantitativo di prodotti;

– costruitevene uno con una scatola di compensato, una lampadina a basso consumo collegata alla corrente e una gratella posta al di sopra della lampadina dove disporre i prodotti da essiccare;

– Forno elettrico, questa è l’alternativa da evitare più possibile perchè è quella a più alto consumo energetico.

Qualunque modo scegliate ci vorranno dalle 4 alle 6 ore circa perchè  le bucce siano essiccate. Al calore lo zucchero si sarà leggermente caramellato e le bucce saranno diventate dolci e croccanti: perfette come dolcetto a fine pasto.

Se non le finite subito, assicuratevi che siano ben asciutte e conservatele in vasetti puliti con chiusura ermetica. Se così non fosse lasciatele asciugare all’aria ancora per qualche giorno coperte da carta velina o da un panno leggero.

In casa tengo un’infinità di vasetti di bucce candite in questa maniera (limone, cedro, arancia, carota, mela, pera) perchè si mantengono a lungo e le preferisco alle solite caramelle.

Lisca

9 commenti leave one →
  1. 20 luglio 2010 08:37

    Che fixata di evento e..di ricetta!Mi daresti i dettagli sul tuo essicatore domestico?Sono alla ricerca di uno ch consumi poco!
    Grazie mille e buona gironata
    Sara

    • 20 luglio 2010 09:06

      Ciao Sara,
      il mio è forse anche il più economico tra quelli in vendita anche se non c’è il timer e l’intensità non è regolabile. In ogni caso è del marchio Severin, Potenza 250 Watt, 5 dischi, diametro 31 cm. In casa mia è diventato uno degli elettrodomestici più indispensabili…fondamentale per non buttare niente.
      Lisca

      • 20 luglio 2010 16:15

        Grazie mille Lisa!
        Ti faccio i complimenti per tutti i post interessanti che non ho sempre tempo di commenntare.Bellissima anche la pagina del Sole24ore 🙂
        buona serata
        Sara

  2. elena permalink
    20 luglio 2010 15:21

    Che favola! Puoi spiegarmi meglio come candire le altre bucce (mele, ma soprattutto agrumi, che ho in grandi quantità nel mio giardino: limoni, mandarini, mandarance, pompelmi, mandarinetti giapponesi-kumquat)
    Non ho l’essicatore ma abito sulla Riviera Ligure, quindi …sole a volontà!
    Grazie anticipatamente

  3. 21 luglio 2010 01:24

    Ciao Sara,il mio è forse anche il più economico tra quelli in vendita anche se non c’è il timer e l’intensità non è regolabile. In ogni caso è del marchio Severin, Potenza 250 Watt, 5 dischi, diametro 31 cm. In casa mia è diventato uno degli elettrodomestici più indispensabili…fondamentale per non buttare niente.Lisca
    +1

  4. 24 febbraio 2011 19:43

    I admit, I have not been on this webpage in a long time… however it had been an additional pleasure to see It is this kind of an important topic and ignored by so numerous, even professionals. I thank you to help making individuals more aware of possible issueExcellent stuff as typical…

  5. 25 febbraio 2011 13:49

    I think I will definitely subscribe

  6. 27 febbraio 2011 00:33

    I really like your blog.. very nice colors & theme. Did you design this website yourself or did you hire someone to do it for you? Plz reply as I’m looking to create my own blog and would like to know where u got this from. thank youTop Web Hosting. http://www.hostinginfinite.com

    • 2 marzo 2011 00:53

      Hi, the custom header and the colors has been designed by Leftloft (www.leftloft.com) and we change them every season.
      The wordpress theme is “vigilance”.
      Lisca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: