Skip to content

La Cucina a impatto (quasi) zero – da oggi in libreria!

14 ottobre 2010

Vi annuncio ufficialmente l’uscita del mio primo libro “La Cucina a impatto (quasi) zero”. La coraggiosa casa editrice che sono riuscita a convincere è Gribaudo. Come raccontava la mia amica Manuela di Fiordivanilla qualche giorno fa: “scrivere un libro è una vera fatica”……confermo. Difficile è stato trovare anche una casa editrice interessata a pubblicare un libro su un tema così di nicchia e diverso dai tradizionali ricettari…..la sostenibilità in cucina.

Immagine di Vincenzo Lonati

Per scrivere questo libro ho lavorato gomito a gomito con il mio amico chef-restauratore Tommaso Fara che ha dato al progetto un indiscusso contributo in termini di creatività.

Il libro illustrato con fotografie di Vincenzo Lonati si compone di due parti:

1)      La prima “teorica” ricca di consigli su qualunque scelta si compie sul cibo, dalla spesa, al supermercato, alla scelta dal menù di un ristorante. Si parla di ingredienti biologici, a Km zero, a filiera corta, non lavorati, senza imballaggi e di stagione.

2)      La seconda parte invece, “pratica” raccoglie circa 80 ricette rigorosamente a basso impatto ambientale. Le caratteristiche che accomunano le ricette sono:

  1. L’ingrediente di base è uno scarto o un avanzo;
  2. La preparazione prevede, laddove sia possibile, l’impiego di tecniche che permettano di ridurre tempi di cottura, acqua e grassi aggiunti, come quella in pentola a pressione. La preparazione in genere è facile e prevede pochi passaggi;
  3. Gli ingredienti extra necessari per preparare le ricette sono gli ingredienti normalmente presenti in una dispensa;
  4. Tutte le volte che è possibile, i prodotti animali vengono sostituiti con ingredienti vegetali a minore impatto.

Più di metà delle ricette sono prive infatti di derivati animali ma allo stesso tempo buonissime e facili da preparare, in modo da sensibilizzare anche i carnivori più convinti ad un’alimentazione più sostenibile.

Immagine di Vincenzo Lonati

Un esempio? Il pudding all’ex spremuta, preparato con gli scarti della spremuta di arance (le due mezze calotte svuotate e la polpa che resta nello spremi-agrumi) e ingredienti esclusivamente di origine vegetale, senza burro nè uova.

Chi resiste?

Il libro è stampato su carta FSC ed ha anche i marchi Ph Neutral, Elemental Chlorine Free ed Heavy Metal Absence.

Per compensare le emissioni di CO2 associate alla produzione del libro abbiamo aderito al progetto Impatto Zero di Lifegate. Tale progetto prevede il calcolo del contributo all’effetto serra e la relativa compensazione attraverso progetti di riforestazione nel sud del mondo.

Dove lo trovate? Il libro è uscito ufficialmente oggi, ma può darsi che in alcune librerie ci voglia ancora qualche giorno perchè sia disponibile. Potete acquistarlo anche subito andando sul sito de La Feltrinelli.it direttamente da questo LINK.

La mia nipotina Stella, di poco più di 3 mesi, a cui è dedicato il libro, sembra un po’ perplessa.

Forse si chiederà tra quanto tempo la zia Lisa comincerà a farle assaggiare i suoi esperimenti.

Lisca

40 commenti leave one →
  1. rossellagrenci permalink
    14 ottobre 2010 07:49

    Augurissimi!! Lo pubblicizzarò nel mio blog Terra Madre.

  2. CINZIA permalink
    14 ottobre 2010 08:04

    Evviva!!!! Brava Lisa!!!

  3. Miriam permalink
    14 ottobre 2010 08:12

    Augurissimi…Il tuo libro sarà indispensabile nella mia Cucina.
    Brava!!

  4. 14 ottobre 2010 08:41

    Eccolo finalmente!
    In bocca al lupo, Lisa…ma credo proprio che tu non ne abbia bisogno!

  5. 14 ottobre 2010 08:54

    Congratulazioni Lisa! Tra l’altro trovo la Gribaudo una casa editrice di tutto rispetto e che stampa librini davvero pregevoli e mi piace molto che abbiate deciso per il minimo impatto possibile. Non appena capito in libreria lo cerco per dargli un’occhiata

  6. 14 ottobre 2010 09:19

    Faccio il tam tam sul mio blog, complimenti, l’idea è di nicchia ma originale e accoglie il mio plauso, dato che secondo me dovremmo stare davvero attenti agli sprechi.
    In bocca al lupo e vendi milioni di copie!!! (io lo compro)

  7. 14 ottobre 2010 10:59

    Congratulazioni e in bocca al lupo… immagino la soddisfazione nel vedere finalmente concretizzato un lavoro così impegnativo :))

  8. Silvia permalink
    14 ottobre 2010 11:23

    Complimenti!!!!! Corro in libreria……. Non vedo l’ora di leggerlo

  9. rossellagrenci permalink
    14 ottobre 2010 11:31

    Qui trovi l’articolo:
    http://www.terraemadre.com/?p=9384

  10. 14 ottobre 2010 11:43

    CONGRATULAZIONI!!!!

  11. 14 ottobre 2010 19:39

    Finalmente!!! Non vedevo l’ora…sarà di sicuro il mio prossimo acquisto!!

  12. Alessandra permalink
    14 ottobre 2010 20:26

    Lisa..complimenti! un bel sogno che è diventato realtà! e tutto grazie alla tenacia,fantasia ma soprattutto alla volontà che hai dimostrato giorno dopo giorno.
    Spero che diventi un successo.
    In bocca al lupo
    Alessandra R.

  13. 15 ottobre 2010 08:26

    Complimenti! 🙂

  14. 15 ottobre 2010 16:55

    Ciao Lisca!
    Complimenti! Lo aggiungo subito alla mia whising list di aNobii! Grazie!
    Danda

  15. 15 ottobre 2010 19:18

    corro subito a comprarlo! finalmente qualcosa di diverso! 🙂

  16. 18 ottobre 2010 07:15

    L’ho comprato! Bello e interessante, complimenti! E’ un modo nuovo per me di concepire il cibo da approfondire sicuramente.

  17. 18 ottobre 2010 14:15

    Progetto strardinario, innovativo, estremamente intelligente! Lo comprerò di sicuro!
    Nel frattempo, tantissimi complimenti!

    A presto,
    Roberta

    • 27 ottobre 2010 21:37

      Grazie mille Roberta, come è andata a Eurochocolate? Peccato la cioccolata non sia un prodotto di scarto…almeno avrei la scusa per mangiarla…
      A presto

      Lisca

  18. manuela permalink
    18 ottobre 2010 18:03

    Innovativo and forward thinking…non vedo l’ora di provare le ricette….
    congrats!

  19. giovanna permalink
    20 ottobre 2010 18:35

    brava Lisa!!! (e bellissima Stella)

  20. 26 ottobre 2010 07:55

    Lovely sharp post. Never thought that it was this easy. Extolment to you!

  21. 11 novembre 2010 09:46

    Complimenti Lisa.. anche se sono un tantino in ritardo.. li accetti?? ho letto che tra i tuoi appuntamenti c’era Ecomondo a Rimini, ma c’eri?? perchè io ero la in pole position e saperlo se c’eri ti conoscevo… urca.. bacino a presto

    • 26 novembre 2010 23:12

      Ciao Valentina, spero avremo altre occasioni. Ti consiglio ad esempio il forum della prossima settimana a Milano dedicato all’alimentazione con super ospiti (guarda sul sito http://www.barillacfn.com).

      Io non me lo perdo. A presto cara

      Lisa

  22. 1 marzo 2011 18:53

    complimenti davvero, il libro per il momento non lo compro ma il tuo blog lo metto nel mio blogroll, un pochina di pubblicità, anche se io non sono di quelle da 300 visite al giorno, te la faccio, e poi io faccio il pane con il mio lievito, il formaggio senza caglio animale, yogurt vari anche il matsoni e tante altre cose, quando avrai un po’ di tempo mi farebbe piacere una tua visita….un caro saluto

  23. 7 marzo 2011 00:09

    Ragazzi complimenti per la curiosità che mettete a disposizione, grazie !

  24. 5 agosto 2011 17:13

    Excellent stuff! I’m satisfied to see the new format on your blog urls.

  25. 6 agosto 2011 14:39

    Visitors Mayhem Review- the posts on this article is truly a single of probably the most efficient substance that i?ve really are obtainable throughout. I genuinely like your write-up, I will are out there once more to verify for new posts.

  26. 6 agosto 2011 14:45

    This is a great site, would you be interested in executing an interview about just how you made it? When so e-mail me and my friends!

    • 8 agosto 2011 08:58

      Hi Rose! yes of course, I will be pleased to answer you questions.
      Lisa

  27. Massimo permalink
    9 gennaio 2012 13:36

    Appena visto pubblicizzato in tv: COMPLIMENTI, non ti conoscevo (guardo poco la tv), BELLISSIMA e BRAVISSIMA, la tua è un’idea encomiabile, specialmente per insegnare ai più giovani a non essere “spreconi” e al tempo stesso mangiando bene. Corro subito da Feltrinelli ad acquistarlo e regalarlo alla mia fidanzata (anche lei brava in cucina ed attenta a “riciclare”). Ti lancio un’idea, ma perchè col tuo amico non aprite un ristorante dove vengono applicate queste regole? Immaginati un piccolo locale eco-chic, tutto natura, verde verdicale, riciclo, dove a basso prezzo si mangia bene e si impara ad avere rispetto per il valore del cibo. Accidenti, visto che io e la mia ragazza siamo architetti-designer ci siamo bruciati l’idea, ah ah, vabbè dai te la regaliamo. Complimentoni ancora 🙂

  28. 18 gennaio 2012 13:21

    Entusiasta del tuo libro!Quante volte mi capita di buttare qualcosa che invece avrei potuto riciclare!Che vergogna!
    Grazie Lisca!

Trackbacks

  1. Tweets that mention La Cucina a impatto (quasi) zero – da oggi in libreria! « Ecocucina -- Topsy.com
  2. La Cucina a impatto (quasi) zero – da oggi in libreria! « Ecocucina
  3. La Cucina a impatto (quasi) zero – da oggi in libreria! | IlTuoWeb.Net News
  4. “Scarti, avanzi e gustose ricette” | Una Cena con Enrica
  5. La cucina a impatto (quasi) zero | Le (eco) idee tascabili
  6. Mi rifiuto (pesare la propria spazzatura) | Le (eco) idee tascabili
  7. Cucinare in lavastoviglie. Eh? « eco e non spreco
  8. she said GREEN!
  9. Ecocucina, il laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero - Enel Green Power Magazine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: