Skip to content

La cottura delle uova in lavastoviglie – Lavaggio Eco (50-55°)

30 dicembre 2010

Secondo episodio della COTTURA DELLE UOVA IN LAVASTOVIGLIE: il lavaggio ECO.

Con questo programma si ottengono delle uova con il tuorlo ancora liquido e l’albume coagulato, ma morbido.

 

Come si fa: acquistate uova provenienti da piccole aziende biologiche non intensive. In base al numero di uova che intendete cuocere scegliete un vasetto di vetro abbastanza capiente.

 

Disponete le uova nel vasetto, riempitelo d’acqua e chiudetelo ermeticamente con il coperchio. Inserite il vasetto in lavastoviglie ed azionate il lavaggio con il programma ECO.

 

 

Al termine del ciclo di lavaggio estraete il vasetto con le uova.

Potete servire le uova direttamente nei porta-uova, come un normale uovo alla coque. Rompete la sommita, conditela con sale e pepe e servite con crostini di pane. In alternativa questa cottura è perfetta anche per arricchire una zuppa. Suddividete la minestra (minestrone, potage, vellutata, ecc.) nei piatti e rompete in ogni piatto un uovo. Completate con un filo d’olio, sale e pepe.

Il programma ECO lava tra i 50 e i 55° circa, andrebbe sempre preferito agli altri tipi di programma in quanto quello che consente il minore consumo di acqua ed energia.

 

Secondo Altroconsumo, che ha effettuato test su quasi 30 modelli di lavastoviglie, per lavare la stessa quantità (stoviglie di un giorno, quattro persone) si utilizzano:

– 60 litri d’acqua circa, se a mano sotto l’acqua corrente;

– 20 litri circa, a mano con una bacinella o tappando il lavandino;

– 16 litri in media con lavastoviglie di classe A con programma Eco.

 

Consigli per l’utilizzo della lavastoviglie:

–       spegnete la lavastoviglie subito prima dell’inizio dell’asciugatura automatica. In questo modo risparmierete circa il 45% di energia rispetto al ciclo completo;

–       Al posto del brillantante usate aceto. Riempite la vaschetta del brillantante di aceto (o una soluzione al 15% di acido citrico) e regolate la manopola graduata sul numero più alto.

–       Come detersivo preferite detersivo di origine vegetale e 100% biodegradabile. Esistono detersivi con marchio Ecolabel a costi accessibili. In alternativa producetelo voi in casa, sul sito Detersivi Bioallegri ne trovate la ricetta.

Lisca

 

3 commenti leave one →
  1. Valentina permalink
    5 gennaio 2011 10:31

    Ciao, volevo fare un piccolo appunto sui detersivi bioallegri. Fermo restando che è sempre meglio usare i loro consigli piuttosto che utilizzare i prodotti commerciali per la detersione, ci sono delle piccole imperfezioni, in particolare sull’uso dell’aceto (che anche io usavo a litri). Da analisi accurate che trovate spiegate in dettaglio su http://forum.promiseland.it/viewtopic.php?f=2&t=33733&p=269399&hilit=aceto+test#p269399 risulta che l’aceto sia corrosivo dei metalli e quindi estremamente inquinanate. Nello stesso forum trovate spiegato perchè non dovete usare il detersivo fatto con sale e limoni perchè altamente corrosivo. Quindi leggetevi i detersivi bioallegri ma non prendetelo per buono chome ho fatto io, verificate sempre se quello che propongono è ancora valido… i tampi cambiano e gli studi aumentano.

    Valentina

    • lorenzo permalink
      31 dicembre 2011 09:58

      ciao Valentina,
      quella sull’aceto è una vecchia diatriba. Se cerchi bene troverai anche altre contro dimostrazioni. In generale comunque considera che lo strato esterno dell’acciaio della lavastoviglie è trattato in modo tale da essere molto più resistente del normale.
      Se quindi la tua lavastoviglie dovesse avere dei graffi, allora fai benissimo a usare solo detersivi commerciali, altrimenti vai tranquilla con quello autoprodotto.

      Infine ti faccio notare che i test di cui si parla in quel post sono stati eseguiti su delle lavatrici, macchine quindi completamente diverse. C’è in quel testo un’estrema semplificazione: parlare di “acidi” e “metalli” è troppo generale, dipende dal tipo e dal trattamento.

Trackbacks

  1. Cocinando con el lavajillas « La Sociedad Gastronómica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: