Skip to content

Antonello Colonna a Impatto Zero

2 gennaio 2011

Lo chef Antonello Colonna al tavolo delle blogger tra macchine fotografiche e raffiche di domande

Qualche settimana fa ho avuto il piacere di essere stata invitata dall’amico Paolo Marchi (Identità Golose) al ristorante La Brisa a Milano in occasione della cena realizzata dallo chef Antonello Colonna con lo chef di casa Antonio Facciolo. E’ stata una bellissima occasione per fare amicizia con altre blogger: Lydia di Tzatzichi a colazione, Elisa di Revue Gourmet e Elena Santoro di Soffiandovialapolvere. Ho avuto inoltre la possibilità di conoscere questo straordinario chef e provare i suoi piatti.

Antonello Colonna è il patron e chef del ristorante Open Colonna a Roma e di un Resort in fase di realizzazione. Entrambi i suoi progetti hanno aderito al progetto Impatto Zero di Lifegate e sono diverse le iniziative che fanno onore a questo chef dal punto di vista di sostenibilità e riduzione dell’impatto ambientale.

Non sono ancora andata a visitare il suo ristorante, ma credo che non mancherò di farlo nei prossimi mesi e magari chiederò allo chef di farmi visitare i 140 ha di terra di sua proprietà coltivati con il metodo biodinamico che riforniscono le cucine del ristorante di prodotti di alta qualità, sani e privi di pesticidi.

Moltissima cura ed attenzione è dedicata alle  materie prime impiegate in cucina, oltre ai prodotti coltivati con il metodo biodinamico, gli altri sono per lo più di produzione locale, provenienti da piccole realtà artigianali di zone limitrofe a Roma. Lo chef mi ha raccontato anche di recarsi spesso nei Farmer’s Market di Roma, un’occasione interessante per conoscere i produttori locali e poter selezionare le eccellenze del territorio in fatto di formaggi, salumi, carni, uova, farine, cereali e legumi.

La cucina di Antonello Colonna accompagna in un percorso volto a sublimare i ricordi e i sapori della tradizione gastronomica romana, adattati ad un contesto contemporaneo, leggero ed elegante.

 

Lo chef è riuscito nella difficile impresa dell’onnipresenza ovvero è riuscito a seguire la preparazione dei piatti ma allo stesso tempo coccolare ogni singolo ospite presente alla serata.

Ogni piatto portato in tavola è stato presentato dallo chef in persona ad ogni singolo tavolo soffermandosi anche per scambi di opinione e curiosità sulla preparazione.

Questo il menù che ci ha fatto assaggiare:

– Il cannolo di baccalà, panna acida, limone candito

 

 

 

 

 

 

 

 

 

– Qubi di coda alla vaccinara

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

– Negativo di carbonara

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

– Capocollo di maialino a porchetta

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

– Diplomatico crema e cioccolato, caramello al sale

2 commenti leave one →
  1. 9 gennaio 2011 18:57

    Ciao cara, buon anno! Ti ho premiata 🙂
    http://www.terraemadre.com/?p=10957

    • 15 gennaio 2011 16:43

      Grazie Rossella! Mi ha fatto davvero piacere.
      A presto
      Lisca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: