Skip to content

Laboratorio di cucina a impatto (quasi) zero a Fà la cosa giusta – 25 e 26 marzo

20 marzo 2011

Milano, 25-26 marzo, Fà LA COSA GIUSTA, fieramilanocity – “Laboratorio di cucina a          impatto (quasi) zero”

a cura di Lisa Casali e Tommaso Fara

 

Il tema del’ottava edizione di Fà la cosa giusta, fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, in programma il 25-26-27 marzo è il cibo con il titolo “Mangia come parli”. Nell’ambito di questa sezione nello spazio “La cucina fa spettacolo” trovate il “Laboratorio di cucina a impatto (quasi) zero” che curo io insieme al mio amico Tommaso Fara.

Il Laboratorio di cucina a impatto (quasi) zero si pone l’obiettivo di informare, sensibilizzare e istruire su concetti e tecniche per un’alimentazione e una cucina sana e sostenibile.

Questo il programma delle due giornate:

 

Laboratori per ragazzi: previsti nelle mattinate di venerdì e sabato si pongono l’obiettivo, attraverso il gioco, di educare a un’alimentazione sostenibile. Nei laboratori i ragazzi saranno coinvolti attivamente nella preparazione di tre facili ricette da realizzare con parti normalmente considerate di scarto come bucce, gambi, foglie, torsoli.

Quando: 25 e 26 marzo dalle 11 alle 12.30

Numero partecipanti: 25 ragazzi tra i 10 e 14 anni

Ospiti del laboratorio: Osiris (venerdi 25) e Olis (sabato 26)

 

 

Laboratori per adulti: previsti nel primo pomeriggio di venerdì e sabato sono volti ad accrescere la consapevolezza dell’impatto degli alimenti che consumiamo ogni giorno. Si avranno testimonianze dirette da produttori di biologico e biodinamico mentre si realizzeranno insieme 3 ricette per imparare ad trasformare gli scarti di stagione (gambi, foglie, baccelli, bucce, ecc.) in piatti gustosi, a basso impatto ambientale e a costo zero;

Quando: 25 e 26 marzo dalle 15 alle 16.30

Numero partecipanti: 15

Ospiti del laboratorio: Osiris (venerdi 25) e Fattoria di Vaira (sabato 26)

 

Ecoaperitivo per food-blogger: venerdì 25 marzo dalle 18 30 evento dedicato a food-blogger e agli interessati che possono iscriversi sul sito della fiera (20 posti disponibili). Premiazione del concorso “Una ricetta sostenibile” ed assaggi di eco-ricette. Con la collaborazione di Valore Alimentare Magazine. Ho pensato a questo aperitivo per conoscere i tanti food-blogger che seguo ma che vorrei conoscere di persona. E’ probabile che me ne sia dimenticati parecchi per cui se qualcuno vuole unirsi non deve fare altro che scrivermi a info@ecocucina.org.

Per i blogger che vogliono contribuire anche attraverso il proprio sito: potete pubblicare il banner della fiera disponibile a questo indirizzo.

 

 

– Eco-aperitivo per la stampa: sabato 26 marzo dalle 18.30 incontro di approfondimento e assaggio di ricette dedicato alla stampa a cui è comunque possibile iscriversi sul sito della fiera (20 posti disponibili. Io e Tommaso presentermo il nostro libro ma soprattutto cucineremo diverse ricette tratte dal libro e da questo blog. Non mancheranno anche assaggi di ricette cucinate in lavastoviglie: la tecnica che ho messo a punto per cucinare a costo a impatto zero e di cui avete già letto su questo blog oltre che nel sito del Gastronauta.

 

Ospiti dell’eco-aperitivo del sabato sera:

–       Sergio Maria Francardo – medico ed esperto di alimentazione naturale

–       Benedetta Frare – giornalista e direttore di Valore Alimentare Magazine

–       Cesare Battisti/Danilo Ingannamorte – del Ristorante Ratanà

–       Tour de Fork – trio di food design

 

Per iscriversi ai laboratori o agli eventi è sufficiente compilare la richiesta sulla pagina dedicata alla sezione “Mangia come parli” del sito della fiera.

Le ricette dei laboratori così come quelle che si potranno assaggiare negli eco-aperitivi sono realizzate con ingredienti esclusivamente biologici o biodinamici e a basso contenuto di prodotti animali.

 

Ad aiutarci nelle due giornate gli amici del Gruppo di Acquisto Solidale GAS LOLA che contribuiranno attivamente alla riuscita dei laboratori e degli eventi.

 

Sponsor del progetto:

Valore Alimentare – contributo scientifico e supporto nella comunicazione

Ecor – con prodotti biologici e biodinamici

Demeter – con prodotti biodinamici

Philips – con piccoli elettrodomestici ad alta efficienza energetica

Electrolux – con una lavastoviglie Classe A+ a  basso consumo energetico e di acqua

Domo – con pentole a basso impatto ambientale

Gribaudo e Feltrinelli – con materiale per lo stand e supporto nella comunicazione

 

 


 

 

 

13 commenti leave one →
  1. 21 marzo 2011 11:53

    Peccato non essere presente, una iniziativa che mi interessa enormemente. Sarò fuori per tutto il we w non potrò neppure dare un’occhiata alla fiera. Too bad.

  2. 21 marzo 2011 21:25

    ciao semprepiùgrande Lisa, brava brava!
    Io non riuscirò a esserci, mi dispiace, ma l’amore vince su tutto (sulla socialità e sulla fame).
    Un bacio e buona serata 🙂

  3. 26 marzo 2011 18:45

    Seminario molto interessante: io già non butto niente e trasformo qualsiasi avanzo in ripieno per ravioli, polpette etc., ma utilizzare in partenza ogni parte dei vegetali apre nuove prospettive. Grazie Lisa.

  4. Sonia permalink
    27 marzo 2011 18:09

    ho partecipato con piacere al corso… ed è stato una vera scoperta! grazie dei preziosi consigli!

    • 1 aprile 2011 10:22

      Ciao Sonia,
      grazie a te!
      alla prossima occasione..si spera presto
      Lisca

  5. 28 marzo 2011 09:56

    Ciao Lisa, Grazie per avermi invitato al concorso per “una ricetta sostenibile” durante il laboratorio di cucina a impatto quasi zero. E’ stato molto bello incontrare persone che si impegnano e si divertono nel dare un senso a quello che mettiamo nel piatto, nutrendo non solo il corpo. Complimentissimi. Ib

    • 1 aprile 2011 09:55

      Ciao Irene,
      grazie a te e al contributo che hai dato. Mi piace molto quello che fai ti consulterò a breve per alcune info.
      Grazie
      Lisca

  6. PAOLO GIANNOTTA permalink
    1 aprile 2011 10:30

    Ciao Lisa,
    intanto come ti accennavo la volta scorsa, ho comprato il tuo libro. Oltre a essere utile è anche bello (lavoro in una casa editrice, ne vedo di orrori), ben rilegato, bellissime le foto, elegante!
    Ma un laboratorio a Roma no? Se ha notizie avvertimi che corro!
    Buon lavoro e continua cosi.
    Paolo

  7. marina romano permalink
    27 aprile 2011 11:30

    Ciao Lisa,
    volevo ringraziarti, per il laboratorio volevo mandarti una ricetta come faccio ??? ciao Marina

Trackbacks

  1. Cous cous di riso e mais alle verdure : Cucina Senza Senza™
  2. Pensando alla Cosa Giusta | Claudia Castaldi
  3. La Fattoria di Vaira | Claudia Castaldi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: