Skip to content

21 giugno a Milano “Semi di sostenibilità a tavola” (WWF e Electrolux)

16 giugno 2011

Nei limiti di un solo Pianeta: semi di sostenibilità a tavola, è un progetto promosso da Electrolux e WWF per sensibilizzare ed educare allo sviluppo sostenibile e rivolto in particolare alle nuove generazioni ed ai loro insegnanti. Il tema per il 2011 è l’alimentazione e l’evento di presentazione sarà il 21 giugno al Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.

Programma

9.30 Benvenuto

9.45 Saluto di Riccardo Garosci, Presidente Comitato MIUR Scuola e Cibo

10.00 Nei limiti di un solo Pianeta: semi di sostenibilità a tavola  Gianfranco Bologna, Direttore scientifico e responsabile area sostenibilità WWF Italia


10.45
Tavola rotonda sulla necessità di attuare una rivoluzione alimentare basata sull’assunzione della consapevolezza dei limiti fisici e della capacità di carico degli ecosistemi per consentire la sopravvivenza del pianeta garantendo, allo stesso tempo, una corretta nutrizione a livello globale con una particolare focalizzazione sull’importanza di un programma di comunicazione e sensibilizzazione per stimolare il cambiamento:

 

  • Eva Alessi, Responsabile Impronta e Sostenibilità WWF Italia,
  • Christian Costardi, Chef e Membro dell’Associazione Giovani Ristoratori d’Europa_Italia
  • Alberto Mantovani Direttore del reparto di Tossicologia Alimentare e Veterinaria Istituto Superiore della Sanità
  • Evaldo Porro, Head of Customer Care Electrolux Professional
  • Maria Xanthoudaki, Direttore Servizi Educativi e Rapporti Internazionali Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci

Modera Enzo Argante, giornalista  e scrittore

 

12.00 Presentazione del progetto Panda Club 2011-2012 _Nei limiti di un solo pianeta

12.15 Premiazioni Concorso Panda Club 2010-2011 _Semi di sostenibilità Concorso La mia scuola non inquina il pianeta organizzato in collaborazione con La Repubblica

12.30 Presentazione dell’aperitivo a basso impatto ambientale di Christian Costardi e Lisa Casali in collaborazione con Electrolux

 12.45 Aperitivo verde

14.30  Seminario di formazione dedicato a docenti e educatori – Presentazione di un percorso didattico per approfondire i temi trattati nel corso del convegno_Antonio Bossi Ufficio educazione WWF Italia

Sono previsti i laboratori:

  • Diventiamo tutti agricoltori _Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci
  • Analisi degli alimenti_Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci
  • Facciamo la spesa: l’impronta degli alimenti_ WWF Italia
  • Al supermercato:le etichette e gli imballaggi_ WWFItalia

17.30 Termine dei lavori

 

Credo che questo progetto possa avere un grande “impatto” sulle classi che aderiranno, è molto più che un concorso, si tratta, infatti, di un vero percorso educativo capace di cambiare la mentalità dei ragazzi così come dei loro genitori e degli insegnanti. Il tema di una corretta alimentazione è importante prima di tutto per la salute di ognuno di noi oltre che per l’ambiente. Nella mia esperienza di corsi con bambini e ragazzi ho scoperto come anche i concetti più elementari non siano scontati (per non parlare dell’assuefazione a sapori industriali altamente concentrati e che nulla hanno di naturale). I bambini e i ragazzi dimostrano grande sensibilità ai temi ambientali a patto però che vengano spiegati bene meccanismi, conseguenze e possibili soluzioni e questo progetto va esattamente in questa direzione.

Insieme allo chef Christian Costardi siamo stati lieti di contribuire a questo progetto ed in particolare alla parte di assaggi.

I principi alla base dell’aperitivo verde sono gli stessi che dovrebbero ispirare anche le nostre scelte quotidiane riguardo al cibo. Gli ingredienti privilegiati sono prodotti di origine vegetale, che richiedono una minore quantità di acqua e producono minori emissioni di CO2 rispetto ai prodotti animali. Un altro aspetto importante è legato all’origine dei prodotti: come sono stati coltivati/allevati/pescati, quanta strada hanno percorso, in quante mani sono passati prima di arrivare sulla nostra tavola. Le risposte a queste domande possono influenzare enormemente il nostro impatto ambientale, sociale ed economico. Per questo abbiamo privilegiato materie prime locali, legate al territorio e provenienti da agricoltura biologica. della specie.

A martedi

Lisca

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: