Skip to content

ECOCUCINA a Kuminda: sabato 15 Ottobre ore 17

12 ottobre 2011

 

“Ecocucina: cucinare a basso impatto ambientale” – Sabato 15 Ottobre ore 17 a Kuminda (Via Cuccagna 2 a Milano)  nel Salone

 

 

Secondo i dati ufficiali della Comunità Europea in Europa si gettano via 90 milioni di tonnellate di cibo all’anno.  Le cause principali di questo  gigantesco spreco di cibo sono da ricercarsi in:

– sovraproduzione, 

– danni al prodotto e all’imballaggio durante il trasporto,

– cattiva gestione delle scorte o obbligo ad acquistare quantitativi minimi.

Queste cause riguardano principalmente produttori, trasportatori, ristoratori e rivenditori sia di catene di supermercati che piccole botteghe.

A livello domestico invece le principali cause dello spreco sono da ricercarsi in:

– acquisti al di sopra delle reali esigenze,

– cattiva gestione della dispensa,

– scarso utilizzo di avanzi e scarti alimentari.

Anche io da appassionata di cibo ogni tanto mi faccio prendere la mano e acquisto più di quanto non riesco a mangiare. Quando questo succede mi vengono incontro il sottovuoto e l’essiccazione che permettono di allungare più del doppio il tempo di conservazione. Per le farine e la pasta ad esempio la vita si allunga moltissimo se messe sottovuoto. Per gli ortaggi freschi, se proprio non riesco ad utilizzarli li essicco e li conservo in vasi di vetro. Quando vorrò utilizzarli dovrò solo reidratarli e il risultato sarà comunque eccellente.

Per quanto riguarda invece l’utilizzo di scarti e avanzi direi che chi frquenta questo blog da un po’ non ha più scuse, se si vince la pigrizia e si dedica un po’ di tempo libero alla cucina si viene premiati per lo sforzo attraverso piatti buonissimi, riduzione degli sprechi e soprattutto si risparmia.

A Kuminda sabato 15 ottobre, di ritorno dalla trasferta a Roma per la RAI,  parlerò di questo ma soprattutto darò consigli pratici per utilizzare quello che normalmente si butta via. Di fronte ad un cesto di ortaggi e frutta di stagione verificheremo i quantitativi che normalmente vengono scartati e gli utilizzi che invece possono esserne fatti. Parleremo inoltre di Cottura in lavastoviglie e di come si cucina lavando i piatti in sicurezza. Alla fine dell’incontro non resisterete da provare a cambiare le vostre abitudini e cominciare a sperimentare questa nuova tecnica di cottura  che coniuga i benefici della cottura a bassa temperatura con la riduzione dei consumi di  acqua ed energia.

Seguirà un piccolo assaggio 100% vegetale cotto in lavastoviglie sotto ai vostri occhi. Tutto questo è possibile grazie ad una lavastoviglie compatta “Daily 4 two” che Electrolux mi ha messo a disposizione e che ricicla l’acqua di lavaggio in modo da poter cucinare ovunque, utilizzando solo pochi litri.

Vi aspetto, l’ingresso è gratuito.

Lisca

4 commenti leave one →
  1. 12 ottobre 2011 15:03

    poco tempo fa ho scritto un articolo proprio su questi preciso tema per un quotidiano online con cui collaboro. E’ importante che se ne parli il più possibile. Se ti fa piacere leggerlo puoi trovarlo a questo link:
    http://amarantomelograno.blogspot.com/2011/09/il-cibo-sprecato.html
    un caro saluto!

  2. 13 ottobre 2011 09:00

    Lisa, piacere sono Giulia e ho scoperto il tuo blog in seguito all’acquisto del tuo libro. Se ti fa piacere leggerlo, oggi ho pubblicato un post proprio su di te.
    Volevo porgerti i miei più sinceri complimenti e dirti che io oggi infilo pure un vasetto nella lavatrice *_* !

    Un bacio !

    • 20 ottobre 2011 22:54

      Ciao Giulia, grazie al tuo commento ho scoperto il tuo bellissimo blog! spero di aver presto occasione di conoscerti.
      A presto
      lisca

  3. danibio permalink
    4 novembre 2011 10:21

    ciao Lisca,
    pensavo di essere una “abbastanza ecologica” perchè gli scarti vegetali li butto nella compostiera o li uso in altro modo. ma poi ho scoperto il tuo sito “ECOCUCINA”, ti ho messo sui miei preferiti e poi ti ho vista in TV…… morale della favola scopro che tante cose che facevo per spirito ecologico le fai anche tu e che si può fare molto di più…… sono d’accordo con te che c’è troppo spreco ma oltre a quello che facciamo noi nelle nostre case c’è il grave problema degli scarti dei supermercati e ancora peggio della roba mandata al macero! si può fare qualcosa? io ho un orto e quindi compro molto pochi ortaggi, raccolgo ciò che posso cucinare il resto lo lascio li. forse in grande si dovrebbe adottare questa tecnica?
    complimenti per la fantasia e la passione che ci metti oltre al fatto che ti sei inventata un mestiere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: