Skip to content

Bicchierini mousse di broccolo, straccetti di mozzarella e briciole alle mandorle

16 febbraio 2012

Un finger-food da offrire come antipasto, adatto anche ad una cena in piedi. Il broccolo è cotto al vapore per qualche minuto per mantenere inalterate il più possibile le proprietà nutritive, un vero alleato per la nostra salute. E visto che anche il palato vuole la sua parte un’armonia di gusto dove ogni ingrediente esalta gli altri in una ricetta facilissima da preparare.

Ingredienti per 4 bicchierini

300g di gambi e foglie di broccolo

1 mozzarella (o meglio ancora Burrata o stracciatella) da 150 g circa

1 manciata di mandorle

1 o 2 fette di pane del giorno prima

1 pizzico di peperoncino

Olio extravergine intenso

Sale e pepe

Preparazione

Lavate i gambi e le foglie. Tagliateli a cubetti e cuoceteli a vapore per circa 5 minuti, meglio se sfruttando il vapore di una pentola in ebollizione. Frullate le mandorle, quindi unite il pane del giorno prima e frullate insieme. Dovrete ottenere delle briciole che metterete in padella con un filo di olio, sale e pepe a tostare. Frullate i gambi e le foglie fino a ottenere un composto omogeneo. Versate a filo l’olio extravergine montando con il frullatore. Salate e pepate. Tagliate la mozzarella a cubetti o, nel caso della burrata, stracciatela con le mani. Suddividete la mousse di di broccolo in 4 bicchierini, unite la mozzarella/burrata e disponetevi sopra le briciole di pane alle mandorle. Completate con un filo d’olio e un pizzico di peperoncino.

Lisca

2 commenti leave one →
  1. icittadiniprimaditutto permalink
    18 febbraio 2012 00:26

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. 13 marzo 2012 21:39

    I Broccoletti di Custoza del mio orto sono fioriti quasi alla pari, e da dieci giorni non mancano mai d’imbandire la mia tavola. Il risotto di vialone nano veronese col broccoletto all’apice della fioritura è delizioso, dolce. Condito con una cipolla coltivata anch’essa sulle argille delle colline moreniche; l’olio d’oliva qualità casaliva del lago di garda; una spruzzata di chiaretto bardolino nella fase di tostatura; una mantecatura con noce di burro e grana padano. Con due amici e del Bianco di Custoza fresco, la cena è presto che servita! Mancheresti soltanto tu.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: