Skip to content

“Ecocucina” da oggi in libreria il nuovo manuale anti spreco!

13 giugno 2012

Ecocucina – Azzerare gli sprechi, risparmiare ed essere felici

Ci siamo! “Ecocucina“, è da oggi in Libreria.

Vi avevo dato qualche anticipazione mentre il libro era ancora in lavorazione e ora ci siamo, è pronto!

“Ecocucina” è frutto della mia sperimentazione di questi ultimi due anni ma è anche merito del vostro contributo di idee, suggerimenti, consigli o anche solo di sostegno! Grazie di cuore a tutti i fedeli lettori di Ecocucina, questo libro è dedicato a voi.

Ritroverete i vostri nomi tra le pagine del libro perchè molte ricette sono nate proprio grazie al vostro contributo.

Il libro ha un formato piuttosto compatto (stile romanzo) e troverete:

– Una prima parte “Basta sprechi” con un po’ di numeri sul perchè dovremmo impegnarci a ridurre gli sprechi alimentari, soprattutto a livello domestico;

– Una parte di Eco-ricette singole, suddivide per ingrediente. Se ad esempio se avete in casa degli asparagi potete consultare la sezione “Gambi di asparagi” e trovare tutte le ricette da fare (dopo aver gustato le punte come preferite) con la parte più coriacea e fibrosa;

– Segue quindi una parte di Eco-Menu dove troverete un menu per ogni occasione assolutamente zero sprechi, economici e con un occhio particolare al rispetto della stagionalità dei prodotti, provate “Suoceri a cena” o “Ospiti imprevisti e poi ditemi..;

– A chiudere il libro gli Eco-Regali, circa 30 preparazioni assolutamente da avere,  per sè o per gli amici: buonissime, a base di bucce e super economiche. Ad esempio la polvere agli agrumi fatta con lo scarto della spremuta, da utilizzare per aggiungere un tocco agrumato a piatti sia dolci che salati. Un altro esempio sono le farine di bucce, da preparare con buccia di cipolla, baccelli, gambi da aggiungere all’impasto di pane, grissini, focacce, pasta fatta in casa, ecc.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Vi segnalo inoltre:

– Le due bellissime prefazioni al libro scritte da due persone che stimo moltissimo e che sono un po’  le mie muse:  Andrea Segrè, fondatore di Last Minute Market e Maurizio Pallante fondatore del Movimento per la Decrescita Felice. Non sapete che gioia e che onore sia stato per me avere due loro contributi sul mio piccolo libro.

– Le ricette sono per il 99% vegetariane e per almeno un 50% completamente senza prodotti animali. Detto ciò sono piatti per tutti i palati, semplici da realizzare, gustosi, super economici e ovviamente a basso impatto ambientale.

– In fondo al libro trovate alcuni indici che vi semplificheranno la ricerca tra le quasi 150 ricette. Oltre all’indice alfabetico e a quello per “scarto” c’è anche l’indice per costo della ricetta. Ho pensato a questo indice perchè  la maggior parte dei piatti ha un costo inferiore a 1 Euro o compreso tra 1 – 3 Euro

 

Realizzare questo libro è stata una bella sfida. Sono soddisfatta del risultato finale, che spero piacerà anche a voi.  Nobilitare una materia prima che nell’immaginario comune è considerata RIFIUTO  e trasformarla in piatti raffinati e capaci di soddisfare anche il lato estetico del cibo (a mio avviso non meno importante del gusto) non è un’impresa semplice.   Realizzare piatti e foto per un libro come questo non era cosa banale e devo dire che il contributo di Claudia Castaldi (fotografia), Roberta Deiana (food Styling), Silvia Valassina e Barbara Mantovani (prop Styling) è stato più che decisivo.  Non da meno, ovviamente, è stata la redazione di Gribaudo e i colleghi di Feltrinelli che mi hanno sostenuta e hanno investito tanto perchè questo libro riuscisse al meglio (Tatjana, Alessandro, Sara, Meri, Laura, Franco, Silvia e gli altri). La grafica infine, come per il precedente Cucinare in lavastoviglie, è stata curata da Leftloft. Un grazie particolare agli amici di Leftloft Andrea Braccaloni, Bruno Genovese, David Pasquali e Francesco Cavalli per l’impegno, la disponibilità e la pazienza. Ringrazio invece in anticipo Elisa e Carmen di Ex Libris il cui lavoro è appena cominciato.

Ne approfitto anche per ringraziare le aziende che mi hanno prestato elettrodomestici, piatti, bicchieri, posate, pentole per la migliore riuscita del libro: Alessi (piatti, bicchieri e posate), Besser Vacuum (macchina per il sottovuoto e sacchetti), Bitossi (piatti), Bormioli (vasetti per conserve), Electrolux (forno a vapore e lavastoviglie), ITTALA (piatti, bicchieri, posate), La porcellana bianca (porcellane da tavola), Lagostina (pentola a pressione), Massimo Alba (abbigliamento), Morinox, (posate e accessori per la cucina), Paola C. (brocche, bicchieri e vassoi), Richard Ginori (piatti), Serafino Zani (posate, pentole e vassoi), Zafferano (bicchieri), WMF (utensili in acciaio).

Ora non vi resta che andare in libreria, sfogliarlo e dirmi cosa ne pensate.

Appuntamento per chi vuole saperne di più a:

Milano il 27 giugno alle 18.30 alla Biblioteca di Parco Sempione

Verona il 28 giugno alle 18 in Feltrinelli

Udine il 29 giugno alle 18 in Feltrinelli

(il 30 invece mi ricoverano…)

Scherzi a parte, ancora grazie a tutti voi che mi seguite, scrivete e contribuite ogni giorno a questo progetto.

Lisca

21 commenti leave one →
  1. 13 giugno 2012 13:47

    Brava Lisa!!! Grazie di questo tuo nuovo splendido libro! Non vedo l’ora di averlo nella mia libreria dedicata alla cucina! E se passi da Rimini a presentarlo io e il mio chef di casa ci saremo! 🙂

  2. icittadiniprimaditutto permalink
    13 giugno 2012 14:09

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  3. 13 giugno 2012 14:11

    Complimenti per il nuovo libro, la copertina è bellissima. Ho già gli altri due e aggiungerò sicuramente anche questo alla collezione.
    Ti faccio i complimenti per tutto il tuo lavoro in generale, per questo approccio originale al cibo. Credo non sia sempre facile; io vengo presa a “male parole” ogni volta che faccio notare che non è il caso di mangiare peperoni o zucchine in dicembre!
    Ultimissimo complimento allo studio che impagina i tuoi libri: da grafica posso solo dire che sono un esempio!

  4. 13 giugno 2012 14:20

    Milano-Verona-Udine? Quanto poco amore per noi sotto al Po…:p

    (ovviamente nella fervida attesa di avere il volume fra le mani)

    • 13 giugno 2012 16:16

      Ciao,
      sotto al Po verrò eccome, il 7 luglio dovrei essere a Forli e a Settembre e Ottobre farò tappa anche a Bologna, Firenze e Roma.
      Mi piacerebbe arrivare anche in Sicilia, Puglia, ecc. se riesco a organizzarmi molto volentieri.
      Lisca

  5. 13 giugno 2012 19:37

    complimenti e imboccallupo!!!

  6. Elena permalink
    13 giugno 2012 20:17

    Ti faccio tantissimi inboccallalavastoviglie e tantissimi complimenti per il risultato che spero ti regali tante soddisfazioni. Mi ero ripromessa basta libri di ricette ma le tue non sono semplici ricette, è etica…

  7. 14 giugno 2012 08:05

    ecco, io questo libro lo voglio proprio. e vengo anche alla presentazione, eccome.

  8. 14 giugno 2012 12:47

    Mi ispira tantissimo questo tuo nuovo libro…. Mi piace l’idea che hai del cibo e su come utilizzare gli scarti…. A presto

  9. teresa permalink
    14 giugno 2012 17:18

    puoi precisare per Verona: Feltrinelli non so dov’è

    • 15 giugno 2012 11:10

      Ciao,
      certamente è in via Quattro Spade, 2 a Verona.
      Spero di vederti!

  10. 16 giugno 2012 11:54

    super complimenti dal lato A della cucina! 🙂

  11. 17 giugno 2012 21:20

    Ti scopro solo ora grazie a Marta Albè e ad Alice (Azabel) , ne sono felice mi piace molto il modo in cui tratti l’ecologia.
    Un caro saluto 🙂

  12. Dani CT permalink
    19 giugno 2012 10:33

    ciao Lisa,
    è da un po’ che ti seguo, la tendenza all’ “eco” credo di averla già di mio: orto, acqua di lavaggio delle verdure alle piante, gambi vari passati al setaccio e riciclati…ecc ma tu riesci a trasmettere una mentalità più delle ricette che sono comunque molto gradevoli!!!
    …in Sicilia quando? qui c’è molto bisogno di questa mentalità che ancora non prende piede…

  13. Giuliana permalink
    22 giugno 2012 14:22

    Posso fare un appunto? Le bucce, spesso, sono piene piene di pesticidi, anticrittogamici e ogni altra porcheria. Spesso si scartano per questo. Riutilizzarle non è proprio il massimo, non trovi? Oppure esistono prodotti ‘puliti’? Grazie

    • 29 luglio 2012 23:41

      Bisogna usare solo prodotti non trattati meglio se biologici e biodinamici. non lo ripeto in tutte le ricette perchè l’ho scritto nell’avvertenza sull’home page del blog.
      Lisca

  14. 23 giugno 2012 08:16

    molte ispirazioni da te come sempre.
    😀

Trackbacks

  1. Tutto quello che avreste sempre voluto sapere sulla cucina ecologica e non avete mai osato chiedere. | CONFESSIONS OF A FOOD STYLIST
  2. Ecocucina, il nuovo libro di Lisa Casali |
  3. Ecocucina – Or how to avoid waste, save up and be happy « Ecocucina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: