Skip to content

Polenta con porri e spinaci stufati (parte verde e gambi) con fonduta di formaggio

7 dicembre 2012

polenta e porri

Nevica in tante città, compresa Milano, quindi è tempo di polenta che diventa accompagnamento ideale per uno stufato eco di porri e spinaci con una golosa fonduta al formaggio.

Di porri e spinaci ovviamente potete usare solo le parti di scarto, ovvero parti verdi e gambi. Questo piatto è buonissimo anche il giorno dopo con la polenta abbrustolita su una piastra rovente. Questa ricetta è perfetta anche per riciclare qualche avanzo di formaggio che campeggia in frigo da troppo a lungo. Ricetta per 4.

Ingredienti

Le parti verdi di 3 porri

I gambi di 1kg di spinaci

4 cucchiai di burro

1 cucchiaio di olio

1/2 bicchiere di brodo caldo o 1 bicchiere di acqua e 1 cucchiaino di dado granulare

150g di formaggi da fondere (fontina, pecorino, parmigiano, ecc)

Per la polenta:

1,5 litri d’acqua

400g di farina di mais

1 cucchiaio di sale grosso

1 cucchiaio di olio

Preparazione

Portate a ebollizione 1,5 litri d’acqua con il sale e l’olio. Quindi unite la farina di mais da polenta poca alla volta mescolando (in due quest’operazione è molto più facile). Mescolate in modo che tutta la farina venga incorporata nell’acqua quindi lasciate cuocere per circa 40 minuti mescolando ogni 5 minuti circa. Anche qui l’ideale è se vi fate aiutare a mescolare così voi potete dedicarvi allo stufato di porri e spinaci. Lavate bene le parti verdi di porro e i gambi degli spinaci, quindi tagliateli a julienne. In una padella fate sciogliere un cucchiaio di burro con il cucchiaio di olio. Unite porri e spinaci e lasciate appassire a fuoco basso, quindi bagnate con il vino bianco e lasciate evaporare a fiamma alta. Quando il vino sarà evaporato bagnate con il brodo e lasciate cuocere a fuoco basso per circa 15 minuti (almeno qui non occorre mescolare). Tagliate a dadini  i formaggi che avete in frigo da un po’ e che rischiano di essere lasciati ammuffire. In un pentolino unite il restante burro e i formaggi e lasciateli sciogliere a fuoco basso. Per una fonduta più cremosa potete unire anche qualche cucchiaio di latte un pizzico di farina. Quando la polenta è pronta stendetela su un tagliere, suddividetela nei piatti da portata e completatela con lo stufato di porri e spinaci e la fonduta di formaggio. Gustate subito.

 

 

Per la polenta ho usato la Farina di Mais Media Rossa Integrale bergamasca, macinata con mulino a pietra dell’Azienda Salera di Martinengo (Bergamo) conosciuta girovagando per Pianeta Gourmarte.

polenta

4 commenti leave one →
  1. icittadiniprimaditutto permalink
    7 dicembre 2012 22:37

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. 8 dicembre 2012 17:22

    Questa ricetta scalda davvero! Domani credo proprio che polenterò anche io: qua non è nevicato ma fa comunque molto molto freddo!

  3. 24 aprile 2013 08:44

    Bella idea! L’ho provata nel week-end per la cena ed è stata apprezzata anche a metà aprile, visto che è tornato brutto tempo! Ps ho anche fatto gli hamburger vegetali seguendo la ricetta del tuo sito. Brava e continua così! ^^

Trackbacks

  1. Gratin di merluzzo, porri e patate | La Caccavella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: