Skip to content

Ecco a voi: “Autoproduzione in cucina”

6 novembre 2013

9788858006375_quarta

Dopo tanto lavoro, eccolo! “Autoproduzione in cucina“, il mio nuovo libro pubblicato da Gribaudo esce proprio oggi in tutte le librerie. E’ un bel volumetto che racchiude un po’ di anni di lavoro sul tema della autoproduzione e autosufficienza in cucina, perchè imparare a fare in casa prodotti di uso quotidiano permette di mangiare in modo più sano e di risparmiare con un piccolo investimento di tempo. In questo libro troverete due categorie di prodotti:

– quelli di uso quotidiano che solitamente acquistiamo al supermercato, come prodotti pronti all’uso (zuppe istantanee, caramelle, bibite, prodotti da forno, formaggi)

– quelli poco noti e difficili da trovare, ma dalle proprietà benefiche che varrebbe la pena autoprodurre per farli diventare parte della propria alimentazione (kefir, kombucha, tempeh, gazzosa naturale, miso)

L’idea alla base del libro è quella di sfruttare il tempo libero per produrre alimenti da usare quando di tempo non se ne ha, sfruttando tecniche di conservazione come l’essiccazione e il sottovuoto.

In questo video vi racconto qualcosa di più di Autoproduzione in cucina direttamente dal set fotografico del libro:

 

La grafica del libro è stata realizzata da Leftloft, le foto sono invece di Francesca Brambilla e Serena Serrani, che si vedono anche nel video, così come loro è lo studio con cucina dove abbiamo realizzato foto e video. Gli shooting fotografici sono sempre massacranti ma lavorare con Serena e Francesca è stato davvero un piacere oltre che un onore. Il video è stato realizzato da Filippo Perfido e Michele Comi, con l’aiuto di Marco Proserpio, che sono anche gli ideatori e producer di Orto e mezzo, il programma in onda tutti i venerdi alle 21.10 su Laeffe.

Nel libro troverete 100 ricette, divise in 15 capitoli, ad ognuno corrisponde un piccolo mondo:

decalogo

  1. Prodotti di base – dado granulare, aceto di mele, Gomasio…
  2. Farine,  addensanti, gelatificanti
  3. Pane e prodotti da forno – pasta madre, fette biscottate,
  4. Colazione e merenda – muesli, barrette…
  5. La pasta – maccheroni, spaghetti, cuscus
  6. In busta – zuppe e minestre istantanee
  7. Latticini classici e vegetali – burro, panna, tofu, formaggi,
  8. Secondi vegetali – Tempeh, Seitan, Kebab vegetale
  9. Conserve dolci  – marmellate, creme…
  10. Le mie scatolette – pelati, crauti, legumi, sott’aceti…
  11. Salse – ketchup, senape, maionese… 
  12. Surgelati pronti all’uso – minestrone, pizzette…
  13. Bibite – latti vegetali, gazzosa naturale, kombucha,
  14. Gelati – ghiaccioli, granite, gelato 
  15. Caramelle e cioccolatini

 

Le ricette che vi propongo sono ispirate ai prodotti industriali che solitamente acquistiamo e che ho reinterpreato cercando di farne alimenti che fossero il più possibile SANI, ECOLOGICI ed ECONOMICI…un po’ un MUST della mia filosofia di Ecocucina e che sono anche i cardini dei miei precedenti 3 libri (La cucina a impatto quasi zero, Cucinare in lavastoviglie e Ecocucina, editi da Gribaudo).

Per valorizzare al massimo l’aspetto Economico troverete in ogni ricetta la percentuale di risparmio (es. 25%) del prodotto fatto in casa rispetto a quello autoprodotto. Naturalmente si tratta di una stima e non di un calcolo esatto perchè i prodotti difficilmente hanno le medesime caratteristiche e perchè non sempre è nota la qualità e tipologia degli ingredienti dei prodotti industriali.

Un altro aspetto che nel libro non poteva mancare è l’ottimizzazione delle materie prime per ridurre gli sprechi: in diverse ricette troverete un simbolo che indica le ricette complementari ovvero quelle che potete realizzare con lo scarto della preparazione, ad esempio: latte di mandorla + frollini all’okara, succhi di frutta + marmellata, ecc.

Infine una coroncina segnala quei prodotti che sono “super” ovvero super salutari e difficili da reperire o molto costosi..ovvero tutti quei prodotti che sono un vero must dell’autoproduzione.

La prefazione del libro è di Eva Alessi, Responsabile Sostenibilità di WWF Italia e il cui lavoro è per me di grande ispirazione.

Le persone che vorrei ringraziare sono moltissime, a partire dalla redazione di Gribaudo e Feltrinelli ma anche tanti amici, blogger e chef che mi hanno dato in questi anni preziosi consigli, mi hanno fatto scoprire nuovi prodotti e nuove tecniche o che mi hanno semplicemente incoraggiata a continuare a sperimentare.

Colgo l’occasione anche per ringraziare chi ha contribuito alla realizzazione di questo libro con preziosi prodotti, strumenti, elettrodomestici e altro: Ecor, Naturasì e Cuorebio, Besser Vacuum, Ballarini, Moulinex, Electrolux, Sartoria Vico, Tauro Essiccatori, Tibiona.

Buona lettura!

Lisca

25 commenti leave one →
  1. 7 novembre 2013 08:57

    Un grosso “In bocca al lupo” per questa vera e propria opera.

  2. 7 novembre 2013 09:38

    È difficile che utilizzi prodotti pronti, ma pensare di autoprodurre per fare un po’ di scorta, beh non ci avevo mai pensato. Si potrebbe pensare così anche a qualche regalo di Natale sicuramente apprezzato e perché no allegarlo a questo libro…

  3. 8 novembre 2013 14:37

    Evviva! Sarà sicuramente un nuovo successo!

  4. Laura permalink
    11 novembre 2013 10:03

    Comprato proprio ieri, ho fatto subito il seitan e gli gnocchi🙂 Complimenti Lisa!

  5. gianna orengo permalink
    19 novembre 2013 08:37

    lo compro e lo regalo..
    non trovo la ricetta per fare aceto di mele con le bucce vista a geo and geo

  6. 10 dicembre 2013 08:03

    Complimenti per questo libro, appena abbiamo letto il titolo abbiamo detto DEVE ESSERE NOSTRO, e infatti nemmeno il tempo di sfogliare il libro che siamo corsi in cassa con il bottino sotto il braccio !!!!
    Abbiamo pubblicato proprio oggi una recensione sul nostro blog in cui abbiamo inserito il tuo video di presentazione nel backstage del libro !!!
    Eccola qua: http://www.kenwoodcookingblog.it/recensione-libri-di-cucina/video-recensione-libro-autoproduzione-in-cucina-di-lisa-casali/

    Complimenti per il lavoro svolto, presto ci butteremo anche sulla cucina in lavastoviglie che ci incuriosisce molto !!!!

    • 12 dicembre 2013 11:13

      Grazie a voi per il bellissimo blog! è davvero una super recensione, grazie per aver dedicato ampio spazio all’Autoproduzione in cucina, sono davvero felice il libro vi sia piaciuto.
      Spero di conoscervi presto di persona!
      Lisca

      • 12 dicembre 2013 13:42

        Il piacere è stato nostro, appena sei a Torino sarà un piacere poterci incontrare !!!!

      • 13 dicembre 2013 10:14

        Organizzerò sicuramente una presentazione del nuovo libro a Torino a gennaio-febbraio.. vi faccio sapere
        A presto
        Lisca

  7. 10 gennaio 2014 17:05

    Ciao Lisa, ho comprato il tuo libro a novembre dal sito della Feltrinelli e non potrei più farne a meno. Oggi l’ho menzionato anche in un post sul mio blog (neonato). A presto!

    • 19 gennaio 2014 16:06

      Grazie, mi fa super felice. Complimenti per il tuo blog! a presto
      Lisca

  8. JaDe permalink
    22 febbraio 2014 10:30

    E’ sulla mia Wishlist e l’ho già consigliato a due persone!
    Complimenti ma soprattutto grazie per aver scelto di condividere tutto ciò!

  9. 28 marzo 2014 21:11

    Cara Lisa sono un tuo fan sfegatato, sei stata la mia ispiratrice per la tesina di esame di maturità, che ovviamente sarà sull’ecosostenibile in cucina. Potresti mandarmi un po’ di materiale che non trovo sui tuoi fantastici libri? saresti disponibile per una intervista anche via email? grazie in anticipo se vuoi contattarmi ti lascio la mia email: iaconisi@hotmail.it

    • 29 marzo 2014 20:04

      Ciao Francesco! sono davvero felice di aver ispirato la tua tesina. Certo che sono disponibile per un’intervista! scrivimi pure su info@ecocucina.org.
      A presto
      Lisa

  10. sara ansaloni permalink
    24 maggio 2014 10:26

    o trovato questo libro in biblioteca fantastico mi e piaciutotantissimo tutto la parte piu bella pero e il formaggio da fare a casa complineti.

  11. Arianna permalink
    16 giugno 2014 16:00

    Ciao, pensi che uscirà presto l’edizione ebook? Il cartaceo sembra fantastico, ma per ora costa un po’ troppo per le mie tasche (so che li vale tutti, ma sono proprio a corto!).

    • 18 giugno 2014 11:41

      Ciao Arianna,
      hai fatto bene a segnalarmelo perchè ero convinta l’ebook ci fosse già. Per gli altri miei libri è stato fatto immediatamente, chiederò a Feltrinelli e ti farò sapere.
      Lisa

      • Arianna permalink
        18 giugno 2014 12:05

        Grazie, io intanto fatto la segnalazione su Amazon cliccando su “Vorresti leggere questo libro su Kindle”. Sarà un regalo che mi farò con gran piacere😉

  12. Claudia permalink
    7 febbraio 2015 21:46

    Ciao Lisa, ho fatto il miso seguendo la tua ricetta, è buonissimo…ma poi come si conserva? lo devo mettere in barattoli più piccoli e tenerlo chiuso?

    • 16 febbraio 2015 15:13

      in realtà se lo lasci nel suo contenitore continua a fermentare e maturare e diventa ancora più buono. l’importante è tenerlo al fresco e al buio.
      Lisca

Trackbacks

  1. Lisa Casali: cucina sostenibile con la lavastoviglie e non solo | en una cocina italianaen una cocina italiana
  2. Cocinar con el lavavajillas: entrevista a LIsa Casali de Ecocucina.org | en una cocina italianaen una cocina italiana
  3. Autoproduzione in Cucina: oggi in Libreria! | in Cucina con Biosec
  4. Zuppa istantanea di verdure e legumi #Autoproduzione | Ecocucina
  5. Mercoledi 14 maggio alle 18 i segreti dell’autoproduzione alla Biblioteca di Parco Sempione a Milano | Ecocucina

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: