Skip to content

1 BASE (anti spreco) per 3 ricette – irresistibile tartelletta di frutta ai lamponi

19 marzo 2014

tartelletta lamponi e yogurt

Ispirandomi alla ricetta del croccante crudista di Laura Cuccato (Salto nel Crudo) ho preparato questa cialda alla frutta, perfetta come BASE per moltissime ricette. Ve la propongo infatti in tre declinazioni, tutte super semplici da realizzare, 100% vegetali, economiche e anti spreco. Una volta che avete preparato la BASE non dovete fare altro che modellarla con la forma desiderata e conservarla in freezer fino al momento di utilizzarla. Il risultato sarà super croccante e gustoso.

Come si prepara la base:

Ingredienti

280g di scarto di centrifugato di frutta a piacere (mele, mandarini, arancia, mango, kiwi, ecc.)

150g di datteri

1 cucchiaino di sesamo nero

1 cucchiaino di miele o malto d’orzo

Preparazione

tartelletta lamponi e yogurt 3

Togliete il nocciolo ai datteri, copriteli di acqua tiepida e lasciate riposare per un’ora. Frullate il tutto e unitelo alla polpa di scarto del centrifugato di frutta. Unite anche il sesamo e il malto e mescolate. Versate su un foglio di carta da forno e disponetelo sulle gratelle dell’essiccatore. Aiutatevi con una spatola per creare uno strato sottile e omogeneo. Essiccate per 8 ore, quindi girate la cialda ed essiccate per un’altra ora. Trascorso questo tempo ritagliate la cialda e datele la forma desiderata per ottenere una tartelletta, un cono, un cannolo, ecc.

Note:

– Se centrifugate mele e pere ricordate che non è necessario sbucciarle nè togliere il torsolo ma solo tagliarle a pezzi.

– La buccia dell’arancia può essere candita, usata come ingrediente in risotti e torte. In alternativa potete tagliare via lo strato più esterno e congelarlo in attesa di utilizzo.

– La buccia dei kiwi può essere candita, in questo modo diventa croccante e con una texture davvero unica.

– La buccia del mango invece è meglio non consumarla perchè non ci sono abbastanza informazioni sui pesticidi usati nei paesi di provenienza.

La prima ricetta della trilogia è una buonissima Tartelletta con yogurt e lamponi, eccovi tutti i dettagli per 6:

Ingredienti

La base (con le dosi soprariportate)

1 vasetto di yogurt dolce

Lamponi o altro frutto fresco a piacere

Zucchero a velo (a piacere)

Preparazione

Aiutandovi con degli stampini ritagliate la BASE in modo da ottenere dei dischi. Ungete leggermente l’interno degli stampini e adagiatevi all’interno la BASE in modo da rivestire il fondo e avere i bordi sollevati di qualche cm. Come crema potete usare uno yogurt dolce, uno yogurt alla frutta, yogurt di soia, yogurt di mandorle (ottenuto facendo fermentare le mandorle frullate con fermenti lattici, a breve la ricetta dettagliata) oppure se siete in vena potete preparare una crema o una gelatina. Guarnite con frutta fresca a piacere..i lamponi sono sempre molto coreografici. Infine potete completare con una fogliolina di menta e una spolverata di zucchero a velo. Queste tartellette sono super semplici da realizzare così come da gustare…unica accortezza servitele e consumatele subito perchè la base con il passare dei minuti tenderà ad ammorbidirsi.

Ieri sono stata ospite da GEO, RAI 3 con Sveva Sagramola ed Emanuele Biggi. E’ stato un piacere tornare negli studi di GEO, oltre che davvero divertente cucinare in lavastoviglie nel mezzo di uno studio televisivo tra facce curiose, entusiaste ma anche scettiche, come è normale che sia. Ho preparato due ricette super semplici e di grande effetto: cuscus con cipollotto e fagiolini e sarde con un trito aromatico di coriandolo, zenzero, aglio e limone. Ecco il link alla puntata!

Lisca

12 commenti leave one →
  1. 19 marzo 2014 15:51

    Veramente irresistibile!

  2. Chicca777 permalink
    19 marzo 2014 16:12

    Scusa la domanda banale, ma i datteri li scoli?🙂 grazie mille per tutto ciò che fai 😀

    • 20 marzo 2014 15:41

      Ciao Chicca,
      di acqua ne basta poca e non va scolata.
      A presto
      Lisca

  3. 20 marzo 2014 13:33

    Golosissima! Ma se non ho il centrifugatore? Posso creare gli scarti in altro modo?

    • 20 marzo 2014 15:41

      Ciao!
      Se non hai la centrifuga puoi semplicemente frullare la frutta in questo caso non avrai la doppia resa (succo + polpa) ma il risultato sarà altrettanto buono. Essendoci molta più acqua ci metterà di più ad essiccare.
      Lisca

  4. tubekitchen permalink
    22 marzo 2014 20:48

    L’ha ribloggato su Video Ricette di Cucina e Arte Bianca.

  5. 23 marzo 2014 22:41

    ciao, davvero interessanti…questa mattina mi sono arrovellata per come usare gli scarti e mi bastava guardare il tuo dito..ad ogni modo ho messo in funzione la mia fantasia, ma la prossima volta mi sarai senz’altro di aiuto. ciao

  6. 23 marzo 2014 22:51

    certo che, come dico a tutti, sei una miniera, bello l’ultimo tuo libro Autoproduzione in cucina, molto interessante.
    Se passi da me c’è una sorpresa per te.
    http://lastufaeconomica.wordpress.com/2014/03/23/un-premio-graditissimo/

  7. 2 aprile 2014 10:09

    Davvero deliziosa l’idea di queste tartellette! Complimenti per il tuo blog! Passa a trovarci, se ti va.😉

Trackbacks

  1. 1 base (anti spreco) per 3 – Cono gelato | Ecocucina
  2. 1 base (anti spreco) per 3 – Il cannolo di riciclo e crudista | Ecocucina

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: