Skip to content

#EcocucinaperleFeste A Natale regalate le vostre bucce! 3 idee per i regali

21 dicembre 2014

 

Immagine di Claudia Castaldi - Ecocucina (Gribaudo)

Immagine di Claudia Castaldi – Ecocucina (Gribaudo)

I regali di Natale preparati partendo dalle bucce? Andatene fieri e regalate con orgoglio queste conserve:  buonissime, antispreco  e supersostenibili (non da meno, ma questo non diciamolo, anche davvero economiche).Il costo di ognuna infatti è intorno a 1 euro. La prima è una marmellata che recupera lo scarto del centrifugato di frutta, il patè è a base di tutte le parti di scarto del cardo, le scorzette si preparano con lo scarto della spremuta. Chi non si prepara almeno una spremuta di arance in questo periodo? Provate, vi basta investire una mezza giornata, probabilmente più piacevole che andare in giro nel traffico a caccia di regali in negozi superaffollati.

Regalo 1 – Marmellata di frutta mista (scarto centrifugato)

 

Ingredienti

600g di polpa di scarto del centrifugato di frutta mista a vostro piacere (es. melagrana, mela, pera, arance)

1 limone

400g di zucchero di canna

 

Come si fa

Scegliete la frutta che preferite, purché di stagione e aggiungete se vi piace un pezzetto di zenzero. Se ad esempio ne avete tanta e matura potete preparare dei succhi da gustare subito e utilizzare la polpa di scarto per una marmellata. Nel centrifugato lasciate anche bucce e torsoli. Togliete solo i semi della mela. Mettete la polpa di scarto in una pentola con lo zucchero, la scorza grattugiata e il succo del limone, 300 ml di acqua. Portate a ebollizione e lasciate sobbollire per 20 minuti circa. Nel frattempo sterilizzate i vasetti in forno o in una pentola d’acqua bollente per 15 minuti. Trascorsi i 20 minuti riempite vasetti con la marmellata, chiudete bene con il coperchio e capovolgete i vasetti. Lasciateli capovolti tutta la notte e il giorno dopo disponete i vasetti in dispensa. Questa conserva si mantiene sigillata anche per un anno. Una volta aperta tenetela in frigorifero e consumatela rapidamente.

Regalo 2 – Patè ai cardi

Ingredienti

400 di parti di scarto del cardo

4 spicchi d’aglio

1 Peperoncino

6 Acciughe

100 burro

Olio extravergine

Sale e pepe

 

Come si fa

Lavate e nettate i cardi di tutte le parti di scarto che conserverete per questa ricetta. Tenete da parte tutte le parti apicali, le foglie interne e i filamenti. Mettetele in una pentola a pressione coprite d’acqua, unite un cucchiaio di sale, chiudete e fate cuocere 30 minuti dal fischio. Scolate i cardi. Usate l’acqua di cottura come base per un brodo o una minestra. Versate in pentola un filo d’olio extravergine, unite gli spicchi d’aglio tritati, le acciughe, il peperoncino e i cardi. Lasciate rosolare a fuoco basso per 10 minuti circa. Passate il tutto al passaverdura. Incorporate alla crema il burro mescolando. Suddividete il patè nei vasetti sterilizzati. Riempiteli quasi fino all’orlo. Chiudete bene i vasetti avvolgeteli in un panno e disponeteli in una pentola. Coprite d’acqua e portate a ebollizione. Cuocete 30 minuti dall’ebollizione. Lasciate raffreddare, quindi asciugate i vasetti e riponeteli in dispensa. Questo patè si conserva sigillato per un anno. È perfetto su crostini di pane caldo o servito con verdure crude.

Scorzette al miele

Ingredienti

Lo scarto della spremuta  di 8 arance non trattate

300g di miele

 

Come si fa

Lavate bene le arance prima di utilizzarle. Mano a mano che spremete le arance tenete da parte la parte di scarto immersa in acqua fredda. Tagliate le scorze a fettine. Se non le usate subito conservatele in freezer. Mettete le scorze in una pentola e coprite d’acqua fredda. Portate a ebollizione e lasciate sobbollire per 5 minuti circa. Spegnete il fuoco, scolate le scorze e ripetete quest’operazione altre 2 volte. Alla terza stendete le scorze su un canovaccio e lasciatele asciugare bene. Per migliorare l’asciugatura potete anche metterle nell’essiccatore per mezz’ora. Riempite quindi i vasetti con le scorze, premete leggermente e versateci sopra il miele fino a quando il miele coprirà completamente le scorze. Per rendere il miele più fluido mettete il vasetto in microonde per una ventina di secondi. Dopo avere versato il miele, aspettate almeno una decina di minuti, quindi controllate se è necessario o no rabboccare con altro miele. Quindi chiudete bene e riponete in dispensa. Aspettate 15 giorni prima di aprire e gustare. Queste scorze sono buone da mangiare così oppure usatele per arricchire torte e biscotti.

Avete realizzato queste ricette? Fotografatele e postatele su Twitter con #EcocucinaperleFeste e @Liscalisca o direttamente sulla mia pagina Facebook sempre con #EcocucinaperleFeste.

Buoni preparativi per le feste!

Lisca

3 commenti leave one →
  1. 21 dicembre 2014 11:42

    Buone Feste a te e che siano gologustose

  2. Romina permalink
    30 gennaio 2015 09:03

    uso tantissimo la centrifuga, e gli scarti che ne rimangono sono insapori. Possibile che la marmellata sappia di qualcosa?

    Grazie

    • 30 gennaio 2015 10:10

      Ciao Romina,
      in realtà non le trovo insapori e ti garantisco che la marmellata è buona, a prova di golosi.
      Lisca

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: