Skip to content

Cottura in lavastoviglie: uova con pomodoro ed erbe aromatiche

15 settembre 2013
prima - uovo lavastoviglie

Vasetto con uovo e pomodoro prima della cottura in lavastoviglie

La cottura in lavastoviglie è davvero semplice e da provare.

lisaÈ una cottura ecologica se si sfrutta il calore dell’acqua di lavaggio mentre si lavano i piatti sporchi. È da provare perché permette di avere gusti e consistenze irraggiungibili con le tecniche tradizionali. Perché sia una tecnica sicura e senza rischi non dimenticate di sigillare bene gli alimenti in vasetti di vetro con coperchi a tenuta ermetica o in sacchetti sottovuoto adatti alla cottura.

A fare le analisi sugli alimenti cotti con questa tecnica ci ho pensato io e se volete saperne di più consultate il mio libro Cucinare in lavastoviglie (Gribaudo) disponibile anche in spagnolo e spero presto anche in inglese e tedesco.

La cottura in lavastoviglie è diversa da una bollitura, una stufatura, una cottura a vapore o qualunque altra tecnica tradizionale perché è una cottura a bassa temperatura. I cicli di lavaggio infatti lavano/cuociono in un range di temperature tra 55 e 75°C.

Se non avete mai provato, come primo esperimento partite con la cottura delle uova, semplice e di grande soddisfazione.

Provate ad esempio l’uovo con dadolata di pomodoro ed erbe aromatiche. Ricetta per 4 persone.

 

Ingredienti

4 uova biologiche

250g di pomodoro maturo

1 rametto di origano fresco

1 rametto di rosmarino

Olio extravergine

Sale e pepe

 

Preparazione

Lavate i pomodori e tagliateli a dadini. Suddividete in 4 vasetti la dadolata di pomodori. Aprite in ogni vasetto un uovo quindi unite le erbe aromatiche, un filo d’olio, sale e pepe. Chiudete bene i vasetti e disponeteli in lavastoviglie in mezzo ai piatti sporchi. Inserite il detersivo come d’abitudine e avviate il lavaggio intensivo. Al termine del lavaggio, dopo circa due ore e mezzo, gustate le uova con fette di pane tostato. Se invece non lo volete consumare subito riponetelo in frigorifero e scaldatelo in microonde (senza coperchio) per pochi secondi. Il risultato è un tuorlo cremoso e un albume denso ma non gommoso.

Uovo con pomodoro ed erbe aromatiche dopo la cottura in lavastoviglie (Lavaggio Intensivo)

Uovo con pomodoro ed erbe aromatiche dopo la cottura in lavastoviglie (Lavaggio Intensivo)

Vi segnalo alcuni articoli e interviste usciti recentemente sulla cottura in lavastoviglie:

–       Daily Mail

–       The Telegraph

–       Los Angeles Times

–       Sporkful (Intervista su Podcast)

–       6PR Radio di Perth in Australia (a breve disponibile il Podcast)

–       New Zealand National Radio, programma This Way Up (a breve disponibile il Podcast)

Lisca

11 commenti leave one →
  1. 15 settembre 2013 14:52

    Devo provare!!!

  2. 15 settembre 2013 16:21

    E’ verissimo, la cottura in lavastoviglie viene benissimo ed io spesso faccio così.
    E sul libro ci tante altre ricette da restare sorpresi.
    Abbraccio

  3. mau permalink
    21 settembre 2013 13:45

    io faccio sempre lavaggio economico. Dura poco più di mezz’ora .posso cucinare anche io?

    • 22 settembre 2013 18:29

      Con il lavaggio rapido (circa 30 min a 65 gradi) puoi cuocere il pesce. Puoi cucinare qualunque pesce, purchè sfilettato e sigillato in vasetti di vetro o sacchetti per la cottura sottovuoto
      Lisca

  4. Diana permalink
    23 settembre 2013 09:42

    Il mio lavaggio economico dura 1h, è sufficiente per le uova?
    Grazie!

    • 2 ottobre 2013 09:05

      Ciao Diana, 65° per 1 ora sono sufficienti per fare l’uovo alla coque.
      A presto
      Lisca

      • Diana permalink
        2 ottobre 2013 22:45

        Grazie…!

  5. 1 ottobre 2013 09:15

    e chi, come me, non ha la lavastoviglie?🙂

  6. 1 ottobre 2013 21:27

    che forza la cottura in lavastoviglie, dobbiamo provare😀

  7. Luigi permalink
    18 ottobre 2013 15:52

    Per fare una cottura salutare evitate contenitori in plastica, perchè a quelle temperature i materiali plastici degenerano rilasciando sostanze nocive, spesso cancerogene.

    • 21 ottobre 2013 09:20

      Ciao Luigi,
      i sacchetti di plastica che consiglio di utilizzare sono quelli sottovuoto adatti alla cottura che resistono fino a 121 °C senza rilasciare nulla. La lavastoviglie non supera mai i 75°C. Certamente sconsiglierei di usare altri tipi di contenitori più che per una questione di temperatura (comunque bassa) ma per un problema di ermeticità.
      A presto
      Lisca

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: